Comacchio e Lidi

Ripartono i Lidi, gran movimento per il primo weekend di riaperture

Ripartono i Lidi, gran movimento per il primo weekend di riaperture

Buon avvio di stagione dopo il lockdown, prezzi invariati e parcheggio gratis (solo per stavolta)


Spiagge finalmente aperte, attività della costa finalmente all'opera. Dopo che la trattativa tra Regione e Comuni della costa ha accontentato questi ultimi e anticipato la partenza della stagione balneare al 23 maggio, il comparto tira un sospiro di sollievo già nel primo weekend di 'via libera', che hanno portato ai Lidi di Comacchio una buona quantità di visitatori e turisti che hanno riempito le spiagge ma anche i dehors dei locali, dove si è cercato di fare il possibile per mantenere le giuste distanze di sicurezza.

Armati di mascherine, con poche eccezioni, gli ospiti dei Lidi sembrano aver preferito in entrambe le giornate soleggiate la spiaggia libera, ben frequentata ad esempio a Porto Garibaldi nel tratto a ridosso del Molo e del Portocanale, anche questi punti prescelti per un buon numero di visitatori a spasso, rilassati tra un gelato e una passeggiata lungo la riva. Non manca poi chi si concede il primo bagno: le temperature più o meno lo hanno consentito, anche se per l'alta stagione (meteorologica e turistica) bisognerà avere un'attimo di pazienza, oltre che di speranza.

Lo sanno bene gli stabilimenti balneari. Anche per loro ripartenza sia, ma più timida rispetto ad attività come bar, ristoranti, piadinerie e gelaterie, che hanno potuto contare su clienti a ciclo continuo soprattutto nella giornata di domenica tra Porto Garibaldi e Lido degli Estensi. A proposito, il traghetto sul Portocanale è tornato a fare la spola tra i due Lidi, con tariffe invariate rispetto al solito (50 centesimi per gli adulti, 20 per i bambini, 20 per la bici al seguito), con corse continue e accessi regolati per consentire un distanziamento interpersonale sufficiente a bordo.

L'assalto a ombrelloni e lettini gestiti è parso per il momento contenuto come il flusso di clienti nei negozi di abbigliamento e oggettistica che incorniciano il viale di Lido degli Estensi insieme alle agenzie immobiliari, operative e pronte a scovare la migliore soluzione di vacanza anche in questo anno difficile. La situazioni preferite per i turisti del primo weekend in sblockdown sembrano essere state insomma quelle legate alle consumazioni di cibo, caffè, gelati e immancabili aperitivi (senza buffet ma con stuzzichini al tavolo, son le regole). Le coccole della domenica al mare, coccole che non sono costate più del solito: i prezzi al banco e i listini dei ristoranti sono generalmente invariati rispetto alla stagione scorsa, anche se saranno le prossime settimane a dare un'idea del trend anche in questo senso.

I tanti stabilimenti con doppia licenza intanto hanno potuto contare su un buon afflusso di clienti a pranzo e cena, come i ristoranti classici, ben frequentati anche sabato sera nei Lidi Sud e a Porto Garibaldi, dove molti si sono trattenuti dopo un pomeriggio a spasso. Se per i grandi numeri tra le fila degli ombrelloni bisognerà probabilmente pazientare l'arrivo dell'alta stagione, per quanto riguarda i turisti di giornata la buona ripartenza potrebbe replicare già nel prossimo weekend tra l'altro accompagnato da un ponte festivo per la ricorrenza del 2 giugno.

Per quella data saranno in vigore i parcheggi a pagamento su tutti i 7 Lidi. Sì perchè se per l'apertura delle spiagge ha giocato d'anticipo (dal 25 al 23 maggio), per la sosta a pagamento è stata confermata la partenza da sabato 30 maggio. Quello appena trascorso era infatti un weekend di fine maggio soleggiato e... free-parking: una bella sorpresa per chi è arrivato sul litorale, potenzialmente da tutta la Regione, e non ha dovuto preoccuparsi di pagare la sosta, concedendosi magari una consumazione in più, in giro tra bar e ristoranti. 

Condividi su:

Altre notizie: